“L’Albero di Kery Onlus”

Art. 1 - Costituzione e sede

E’ costituita l’Associazione avente le caratteristiche di Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460 sotto la denominazione “L’Albero di Kery Onlus” (di seguito nominata “Associazione”), con sede in Torino (TO), via G. Spano n. 4, piano 1°.

La variazione di sede legale non comporta modifica statutaria ma l’obbligo di darne comunicazione agli uffici competenti.

Art. 2 – Caratteristiche dell’Associazione

E’ una libera associazione di fatto con struttura e contenuti democratici, regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del Codice Civile, nonché del presente Statuto. L’Associazione comprende sia persone fisiche che enti dotati di personalità giuridica e persegue unicamente i fini statutari.

L’Associazione è a carattere associativo, i soci sono tenuti ad un comportamento corretto sia nelle relazioni interne con gli altri soci che con terzi, nonché all’accettazione delle Norme del presente Statuto.

L’Associazione potrà partecipare quale socia ad altri circoli e consociarsi ad altre Associazioni aventi finalità analoghe ed anche partecipare ad Enti con scopi Sociali, Umanitari e di Volontariato.

L'Associazione utilizzerà, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, la locuzione "organizzazione non lucrativa di utilità sociale" o l'acronimo "ONLUS", qualora ottenga l’iscrizione nell’Anagrafe Unica delle Onlus.

Art. 3 – Durata dell’Associazione

La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato, o sino al suo scioglimento.

Art. 4 – Scopi ed attività dell’Associazione

L’associazione è apartitica, non ha scopo di lucro e persegue in modo esclusivo finalità di solidarietà sociale.

I proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forma indiretta.

Lo scopo principale dell’Associazione è operare nel settore della tutela, salvaguardia e valorizzazione della natura e dell’ambiente.

Le attività che si propone per il raggiungimento dei suoi fini, sono in particolare:

- Rimboschimento, Gestione e Mappatura del Verde Pubblico: l’Associazione si pone l’obiettivo di interfacciarsi alle amministrazioni locali per favorire l’inserimento di nuove piante e di aiutare le amministrazione locali nella gestione delle stesse.

- Sensibilizzazione all’Educazione Ambientale: l’associazione si pone l’obiettivo di organizzare corsi di avvicinamento al verde per bambini e non, di organizzare visite in luoghi di interesse ambientale, di organizzare spettacoli ed eventi che possano sensibilizzare sui temi del rispetto verso la Natura.

- Approccio olistico nei confronti dell’Ambiente: l’organizzazione si propone di effettuare incontri e corsi che integrino Meditazione e contatto con la Natura

- Creazione di un sito web informativo per divulgare gli scopi dell’Associazione.

- Promozione di nuove iniziative: l’Associazione si propone di promuovere iniziative comuni e collaborazioni con istituzioni, enti pubblici e privati e altre associazioni che perseguano finalità analoghe.

- Raccolta fondi: l’Associazione si propone di organizzare raccolte fondi da devolvere a iniziative e progetti, anche di terzi, che rispecchino gli scopi sociali.

L’Associazione potrà inoltre realizzare iniziative finalizzate al proprio finanziamento che rispettino i fini istituzionali.

A titolo esemplificativo e non tassativo l’Associazione potrà svolgere le seguenti attività, in prevalenza al di fuori della propria sede:

- feste e sottoscrizioni con o senza premi e raccolte pubbliche effettuate occasionalmente, anche mediante la produzione e la vendita di beni di modico valore come gadget, oggettistica, lavorazioni artigianali, legate alle tematiche affrontate, o di servizi ai sovventori, in concomitanza di celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione e altre analoghe iniziative inerenti al conseguimento degli obiettivi dell’Associazione.

L'Associazione prevede il divieto di svolgere attività diverse da quelle sopra menzionate, tuttavia potrà svolgere attività direttamente connesse a quelle istituzionali, ovvero accessorie in quanto integrative alle stesse, nei limiti consentiti dal D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 e successive modifiche ed integrazioni.

L’Associazione potrà, in modo non prevalente ed esclusivamente per il raggiungimento degli scopi associativi, svolgere:

- Attività ricreative: intrattenimenti musicali sia parte dei soci che di complessi esterni, intrattenimenti in genere e pranzi sociali, spettacoli e rappresentazioni teatrali organizzati sia dai soci che da agenzie esterne.

- Attività editoriale: pubblicazione di calendari, volantini, brochure, atti di convegni, di seminari, ricerche e approfondimenti, dispense o manuali didattici (solo per soci e associati).

- Attività culturale: Organizzazione e pubblicizzazione di congressi, dibattiti , seminari organizzati dagli stessi soci e associati o da terzi, con tematiche inerenti agli scopi sociali.

- Attività associativa: Incontri, manifestazioni tra soci in occasioni di festività, ricorrenze o altro.

- Attività di formazione: Corsi rivolti alla formazione in ambito di gestione e manutenzione del verde pubblico e privato, di nuove tecnologie ecosostenibili, di utilizzo di prodotti biologici che rispettino l’ambiente e di qualunque altra conoscenza o tecnica che promuova nuovi e più consapevoli comportamenti e stili di vita ecosostenibile, al fine di conservare e salvaguardare l’ambiente ed il suo equilibrio naturale.

Art. 5 – Requisiti ed ammissione dei soci

Sono ammessi all’Associazione tutti coloro (persone fisiche e giuridiche) che ne facciano richiesta scritta e che, condividendone gli scopi, accettino il presente Statuto e l’eventuale regolamento interno, senza distinzione alcuna da parte dell’Associazione, né discriminazione di sesso, orientamento sessuale, razza, etnia, nazionalità, lingua, religione, cultura o stato sociale. 

L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Consiglio Direttivo. Il diniego va motivato. Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità impegnandosi a versare il contributo sociale annuale nella misura e nelle modalità stabilite dall’Assemblea. I contributi devono essere rinnovati annualmente.

Non è ammessa la categoria dei soci temporanei. La quota associativa è intrasmissibile anche in caso di morte e non è rivalutabile.

I soci saranno classificati in:

- Soci fondatori: tutti coloro che hanno realizzato la costituzione dell’Associazione e che con l’attività svolta a favore della stessa, contribuiscono ed hanno contribuito al suo consolidamento ed alla sua realizzazione.

- Soci ordinari: tutti coloro che versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall’Assemblea.

- Soci volontari: tutti coloro che versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall’Assemblea e prestano la propria opera in modo personale e gratuito.

- Soci sostenitori: tutti coloro che sostengono l’Associazione stessa mediante contributi in denaro o in altra natura sotto forma di elargizione a fondo perduto.

- Soci onorari: tutti coloro che sono nominati tali dal Consiglio Direttivo per meriti particolari acquisiti a favore dell’Associazione. I soci onorari non sono tenuti a versare alcuna quota.

Tutte le categorie di soci godono all’interno dell’Associazione degli stessi diritti e doveri. L’ammissione degli associati avviene attraverso la prima partecipazione di qualsivoglia attività all’interno dell’Associazione.

Art. 6 – Diritti e doveri dei soci

I soci hanno diritto:

- di partecipare all’Assemblea e di votare direttamente, se maggiori d’età, per l’approvazione e le modifiche dello Statuto, dei Regolamenti, per l’approvazione del bilancio annuale e per la nomina degli organi sociali dell’Associazione e di impugnare le delibere degli stessi organi;

- di partecipare alla vita associativa e alle attività sociali;

- di esprimere liberamente la propria opinione nel riguardo dell’Associazione e delle persone coinvolte in essa;

- di ricevere periodicamente informazioni circa la vita associativa.

L’appartenenza all’Associazione impegna gli associati a versare anticipatamente la quota associativa annuale, partecipare attivamente alla vita sociale, attenersi al presente Statuto e agli eventuali Regolamenti interni, rispettare le risoluzioni prese dai suoi organi, non compiere atti contrari agli scopi associativi o comunque lesivi degli interessi e del prestigio dell’Associazione. Il socio che non adempie agli obblighi di cui sopra o che, con il suo comportamento possa recare danno o nuocere all’Associazione, può essere sospeso o irradiato su delibera del Consiglio Direttivo.

Art. 7 – Recesso ed esclusione del socio

Il socio può recedere dall’Associazione mediante comunicazione scritta al Consiglio Direttivo.

Il socio che contravviene ai doveri stabiliti dallo statuto può essere escluso dall’Associazione.

L’esclusione è deliberata dal Consiglio Direttivo con possibilità di appello entro 30 gg. all’Assemblea e comunque è ammesso ricorso al giudice ordinario.

Inoltre la qualità di associato viene meno in caso di decesso e per mancato versamento, anche parziale, della quota associativa.

Art. 8 – Organi sociali

Gli organi dell’Associazione sono:

- Assemblea dei Soci;

- Consiglio Direttivo;

- Presidente.

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.

Art. 9 – Assemblea

L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è composta da tutti i soci in regola con il versamento della quota sociale e dei contributi annuali e che, alla data dell’avviso di convocazione, risultino iscritti nel libro soci.

Ogni socio ha diritto a un voto e può delegare un altro socio che non può essere portatore di più di tre deleghe.

E’ convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’Associazione mediante avviso di convocazione affisso nella sede sociale, pubblicato sul sito web ed inviato ad ogni socio in forma scritta, anche telematica, almeno 15 giorni prima della data fissata per l’assemblea di prima convocazione; l’avviso deve contenere l’ordine del giorno, la data, l’ora, il luogo di riunione ed un eventuale data per la seconda convocazione.

La convocazione dell’assemblea può essere comunque richiesta da almeno un decimo dei soci o quando il Consiglio Direttivo lo ritiene necessario.

L’assemblea ordinaria delibera: - L’elezione del Presidente e del Consiglio Direttivo

- L’approvazione del rendiconto contabile consuntivo e preventivo;

- L’importo della quota sociale annuale;

- Il programma annuale delle attività dell’Associazione;

- L’approvazione dell’eventuale regolamento interno;

- Sugli argomenti posti alla sua attenzione dal Consiglio Direttivo.

L’assemblea straordinaria delibera:

- Sulle richieste di modifica dello Statuto;

- Sullo scioglimento dell’Associazione;

Art. 10 – Validità delle assemblee

In prima convocazione, l’assemblea ordinaria è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno dei soci aventi diritto a parteciparvi; in seconda convocazione è valida comunque sia il numero dei soci intervenuti. L’assemblea delibera, sugli argomenti posti all’ordine del giorno, a maggioranza assoluta, vale a dire con il voto favorevole di metà più uno dei votanti.

Riguardo le modifiche dello Statuto, l’assemblea straordinaria è regolarmente costituita con la presenza della maggioranza assoluta degli associati e delibera a maggioranza assoluta. Riguardo lo scioglimento dell’Associazione ed alla devoluzione del patrimonio, l’assemblea straordinaria delibera con il voto favorevole di almeno i tre/quarti degli associati.

Le riunioni dell’assemblea devono risultare da apposito verbale redatto dal segretario (oppure da un componente dell’assemblea appositamente nominato) sottoscritto dal Presidente, trascritto nel libro delle delibere dell’Assemblea dei soci.

Ogni socio ha diritto di consultare il verbale e di trarne copia.

Art. 11 – Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da numero 4 membri eletti dall’Assemblea tra i propri componenti ed è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti. Il Consiglio Direttivo compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non espressamente demandati all’Assemblea; redige e presenta all’Assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo.

Il Consiglio Direttivo dura in carica per n. 2 anni e i suoi componenti possono essere rieletti per n. 15 mandati. Spetta al Consiglio Direttivo la nomina del Presidente e del Vicepresidente. Almeno la metà del Consiglio Direttivo deve essere composta da Soci fondatori o Soci onorari.

Il Consiglio Direttivo può farsi supportare da altri soci per l’organizzazione e la gestione dell’Associazione.

Art. 12 – Presidente e Vicepresidente

Il Presidente dura in carica due anni, ha la legale rappresentanza dell'Associazione di fronte ai terzi e in giudizio. In sua assenza o impedimento, le sue funzioni vengono svolte dal Vicepresidente.

Il Presidente è delegato, con potere di firma, a compiere tutti gli atti legati alla propria carica di rappresentanza generale dell’Associazione. Può pertanto ricevere fondi a qualsiasi titolo in nome e per conto dell’Associazione e può accendere conti bancari e assimilati. I poteri di firma relativi alle operazioni bancarie possono essere estesi, purché in forma disgiunta, ad altri membri del Consiglio Direttivo.

Il Presidente convoca e presiede le assemblee e le riunioni del Consiglio Direttivo; dà attuazione alle deliberazioni assunte dall’Assemblea e dal Consiglio Direttivo; sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione; cura i rapporti con enti pubblici e privati che possono essere di sostegno e di aiuto ai progetti dell’Associazione

Art. 13 – Rendiconto economico-finanziario

Il rendiconto economico-finanziario dell’associazione è annuale e decorre dal primo gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative all’anno trascorso.

Il conto preventivo contiene le previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio annuale successivo. Il rendiconto economico-finanziario è predisposto dal Consiglio Direttivo ed approvato dall’Assemblea generale ordinaria con le maggioranze previste dal presente statuto, depositato presso la sede dell’associazione almeno 20 gg. prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato.  Il conto consuntivo dev’essere approvato entro il 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale.

Art. 14 – Patrimonio

Il patrimonio è composto da tutti i contributi che pervengano a qualsiasi titolo all'Associazione e dai beni mobili o strumentali che pervengano all'Associazione in virtù della sua attività.

Il patrimonio dell'Associazione può essere utilizzato solo per il compimento delle attività prefissate dallo Statuto.

I singoli associati non possono chiedere la divisione del patrimonio o avanzare pretese sullo stesso.

È fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve e capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni Onlus che, per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima e unitaria struttura.

Art. 15 – Scioglimento e devoluzione del patrimonio

L’eventuale scioglimento dell’Associazione sarà deciso soltanto dall’Assemblea con le modalità di cui all’art. 8 ed in tal caso, il patrimonio, dopo la liquidazione, sarà devoluto a finalità di utilità sociale.

L'Associazione avrà l'obbligo di devolvere il patrimonio dell'organizzazione, in caso di suo scioglimento per qualunque causa, ad altre ONLUS o organizzazioni a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge vigente al momento dello scioglimento.

Art. 16 – Disposizioni finali

Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente Statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice Civile e dalle leggi vigenti in materia.

Il presente Statuto, composto da 16 articoli, steso su 6 (sei) fogli dattiloscritti, è stato approvato dai Soci fondatori all’Atto Costitutivo.

 

Seguono le firme dei Soci fondatori:

Sig. Tarable Claudio

Sig.ra Zagami Loredana

Sig.ra Gugliotta Patrizia

Sig.ra Bilnacek Jessica